Scoprila nostra terra


Perché scegliere la Sardegna?

"Questa terra non assomiglia a nessun altro posto. La Sardegna e' un'altra cosa: incantevoli spazi e distanze da viaggiare, nulla di definitivo. E' come la liberta stessa"

Cit. David Herbert Lawrence

Avete bisogno di fuggire dalla vostra routine quotidiana e ritrovare la libertà? Allora siete esattamente nel posto giusto... Spiagge candide e mare cristallino, natura selvaggia e incontaminata, un mosaico unico di colori, profumi, atmosfere...



Dicono di noi

"La vita in Sardegna è forse la migliore che un uomo possa augurarsi: ventiquattro mila chilometri di foreste, di campagne, di coste immerse in un mare miracoloso dovrebbero coincidere con quello che io consiglierei al buon Dio di regalarci come Paradiso.""

Cit. Fabrizio De André





GALLERIA TERRITORIO








LA NOSTRA TERRA





CULTURA E TRADIZIONE

"La Sardegna è fuori dal tempo e dalla storia"

Cit. David Herbert Lawrence

Scoprirete l'incanto di un'antica cultura con le sue tradizioni uniche, che si sono tramandate di generazione in generazione.





SAPORI E GENUINITA'
Apprezzerete la genuinità di una cucina semplice dai sapori unici che si unisce alle fragranze corpose di una particolarissima tradizione vinicola.





SPORT E BENESSERE
Avrete infinite possibilità di praticare sport all'aria aperta per ritrovare il vostro benessere psico-fisico.





NIGHTLIFE
Potrete scegliere tra un'ampia varietà di ristoranti, locali per l'aperitivo e discoteche, sagre, concerti e spettacoli con musica dal vivo che accompagneranno le Vostre indimenticabili notti in Sardegna.









I vini della tradizione sarda

La felice combinazione tra il terreno ed i fattori climatici hanno consentito al Vermentino di Gallura di essere uno tra i quattro vini bianchi italiani ad avere acquisito la Denominazione di Origine Garantita. Grazie al suo profumo, che richiama il mandorlo e gli aromi fruttati, il Vermentino accompagna splendidamente le pietanze della cucina di mare, dai carpacci di pesce spada alle insalate di crostacei. In Sardegna sono tre le cantine storiche che producono questo vino ma sono in continuo aumento negli ultimi anni quelle medio piccole che iniziano ad affacciarsi sul mercato con questa produzione. Anche i vitigni del Moscato e del Nebbiolo allignano in Gallura.

Il Moscato di Tempio, nella versione Spumante Dolce, è uno dei vini più delicati ed amati per i dessert dell'isola.

Il Nebbiolo Rosso noto come Nebbiolo di Luras sta avendo in questi anni un notevole successo. Dal nord della Sardegna proviene il Torbato, vino bianco dolce dei vitigni antistanti Alghero, la versione Terre Bianche è quella che riscuote più successo in campo internazionale.

Il Cannonau di Sardegna è il simbolo del vino rosso di Sardegna. Il suo sapore è molto intenso, asciutto, impegnativo e ricco di carattere, si sposa bene con le carni rosse come il cinghiale o agli arrosti di maiale. Il gusto e la fragranza del Cannonau variano secondo il luogo in cui è prodotto, ma il suo profumo intenso e speziato lo contraddistingue in ogni modo. Questo vitigno è coltivato in quasi tutta l'isola con risultati eccellenti soprattutto in Ogliastra e nelle Baronie. Rimanendo sempre nel Nuorese troviamo la produzione del vino Nepente di Oliena. Cantato da Gabriele D'Annunzio per le sue doti, nasce da uno dei rari terreni italiani composti di argille nummulitiche, le stesse da cui hanno origine i famosi champagne francesi.

Dalle regioni intorno a Sorgono possiamo gustare il Rosso Mandrolinas e, sulla stessa latitudine geografica ma in habitat differenti, ovvero nella Piana del Tirso, troviamo un altro vino famoso: la Vernaccia di Oristano Vino bianco da invecchiamento di antica origine, il suo colore è giallo – oro ma le sue sfumature variano con l'invecchiamento. E' un vino da meditazione o conversazione che accompagna bene i dolci della pasticceria artigianale.

Il vitigno più antico della Sardegna è certamente il Nuragus Di Cagliari: è un vino bianco secco, rivalutato dalle produzioni di alcune cantine sociali, che riscontra un notevole successo in tutta Europa ed è presente nelle migliori riserve di amatori ed estimatori di vino. In tutto il territorio regionale si producono vini liquorosi adatti per accompagnare dessert, in genere passiti e con gradazione alcolica superiore.

La Sardegna è altresì famosa per la produzione eccellenti grappe aromatizzate, alla frutta o al sapore di bacche della vegetazione sarda. Il primo posto è riservato al Mirto, conosciuto ed esportato in tutto il mondo. Il suo profumo è inconfondibile, si ottiene dalla macerazione a freddo delle bacche di mirto, il più famoso quello nero ma possiamo gustarlo anche bianco.











La cucina tipica sarda

La Sardegna è ricca di tradizioni e cultura, miti e leggende che derivano da una storia millenaria, ma soprattutto rappresenta il connubio ideale tra mare e terra: colori,sapori,profumi che vengono legati e valorizzati anche nella cucina. Numerosi i libri scritti e le rubriche ad essa dedicate che esaltano esperienze culinarie che derivano da una civiltà tra le più antiche del vecchio continente. Tutte le località costiere della Sardegna come Olbia, Alghero, Orosei, Bosa e Oristano sono le capitali del pescato in Sardegna e accostano ai piatti di mare gli ingredienti di attività agro pastorali delle terre a loro adiacenti. Dal Golfo di Olbia sino alla Riviera del Corallo, in particolare nella stagione estiva, si possono gustare piatti a base di crostacei. Un piatto tipico della Gallura è la zuppa gallurese i cui ingredienti sono semplici e poveri: pane raffermo, brodo di pecora, formaggio fresco e profumi di prezzemolo e menta che ben ricordano la cultura degli stazzi galluresi.

Nel Nuorese si possono gustare i tipici arrosti di porcetto insaporito col mirto, cotto alla brace o allo spiedo. Il cinghiale,altro piatto tipico, lo si può apprezzare con il sugo o in umido e si può trovare in quasi tutte le località della regione. Sempre dal Nuorese proviene il pane frattau: un piatto a base di pane, salsa di pomodoro, formaggio e uovo in camicia da mangiare caldo. Nelle giuste stagioni si possono gustare pietanze a base di funghi freschi come i porcini reali o gli ovuli, colti nei sottoboschi o nei campi che scatenano la fantasia dei nostri cuochi più eccellenti. L'ottima qualità del grano della Sardegna ha reso possibile la diffusione di pietanze a base di pasta e minestre, in modo particolare degli gnocchi o mallureddos. Questa specialità sarda si può gustare con ragù di carne o con semplici salse al pomodoro. Altro piatto della cucina sarda sono le panade di Oschiri: un tortino di carne di maiale sminuzzata e aromatizzata. Questa specialità è più gustosa se assaporata calda. In tutte le regioni della Sardegna si preparano ravioli di ricotta o formaggio preparati a mano come si faceva un tempo

Nel Campidano si possono gustare le bottarghe di muggine e di tonno oppure un piatto tipico: sa melca. Si tratta di cefali cotti e avvolti con le foglie di un'erba palustre di Cabras che oltre a conservare il pesce gli attribuisce un aroma unico e inconfondibile. Quando si parla di cucina e specialità sarde non possiamo non citare il tipico dessert: le seadas. Questo piatto, dal nome che richiama la Spagna, tanto originale quanto gustoso, è una sfoglia di pasta con un ripieno di formaggio grezzo, limone e prezzemolo che viene fritto è cosparso di miele amaro.


CONTATTACI


SARDEGNASUMMER.IT

La tua casa in Sardegna

+39 3478704983
+39 3470010158
Info@sardegnasummer.it

SardegnaSummer Srl
Sede Legale: via Donatori di Sangue 25
08100 Nuoro
P.IVA 01388260919

Newsletter